Informazioni principali:

  • Numero e nome dei viaggiatori: 2 adulti e 1 bambino piccolo (Anni, Thommy e Rosie)
  • Tipologia di veicolo: Carado T448
  • Partenza: Leutkirch im Allgäu (Germania)
  • Destinazione: Siviglia (Spagna)
  • Soste intermedie: Barcellona, Monastero di Montserrat, Delta del fiume Ebro, Peñíscola, Albarracín, Toledo, Cordova, Siviglia, Bardenas Reales
  • Periodo del viaggio: 29 giorni fra Ottobre e Novembre 2021
  • Chilometri percorsi: 5.726

Anni, Thommy e la loro bambina Rosie dicono di sé che sono “sognatori a tempo pieno” e “viaggiatori part-time”. Sulla loro pagina Instagram e sul loro blog portano i loro follower in viaggio con loro, tra famiglia, viaggi e vita di coppia, con il nome @ourtravelness.

Il nostro motto: semplicemente lasciarsi andare

In effetti, abbiamo provato la stessa cosa per molti altri paesi. La spontaneità è la nostra chiave: da un pregiudizio stereotipato o da un’idea di come potrebbero essere certi luoghi, nascono bellissime impressioni che speriamo di non dimenticare mai più. Ed è proprio questo che ci piace così tanto quando viaggiamo. Quando le macchie scure sulla nostra personalissima cartina diventano immagini dai colori vivaci – accompagnate dalle più belle esperienze, che saremo felici di raccontare un giorno ai nostri nipoti.

Una cosa è certa: il nostro cuore batte definitivamente per la Spagna dopo questo viaggio. Probabilmente perché ci siamo fatti coinvolgere completamente dal paese. O forse perché la Spagna è semplicemente fantastica. O forse era il sole che ci solleticava dolcemente ogni giorno attraverso la finestra, sul letto del nostro Carado T448.

Non importa cosa sia stato alla fine: la Spagna ottiene da noi il massimo punteggio come destinazione di viaggio.

Questa la nostra personale Top 5 in Spagna:
 

1. Parco Nazionale del Delta del fiume Ebro – Vibrazioni come a Bali

Chi è alla ricerca della natura incontaminata, è nel posto giusto. Con una superficie di circa 320 chilometri quadrati, il delta dell'Ebro è la più grande zona umida della Catalogna e la seconda più grande di tutto il Mediterraneo dopo il delta del Nilo in Egitto. Oltre alla coltivazione di frutta, verdura e riso, circa 400 specie diverse di uccelli vivono nei bracci di fiume poco profondi e fertili. Le numerose dune e i banchi di sabbia completano armoniosamente questo paradiso naturale.

Le strade strette della zona alluvionale ti danno la sensazione di attraversare un paese completamente straniero. L'escursionismo, il ciclismo e le soste sono ovviamente permessi solo su percorsi e luoghi designati. Durante il giorno, abbiamo parcheggiato il nostro T448 proprio sulla spiaggia per due giorni di fila e potevamo praticamente tuffarci in mare direttamente dal camper. A Rosie è piaciuta soprattutto la grande sabbiera con la "piscina" davanti alla nostra porta.

2. Peñíscola – più di una popolare località balneare

La città mozzafiato di Peñíscola è stata votata come uno dei villaggi più belli della Spagna - e giustamente! Conosciuta come la "città nel mare", incanta i suoi visitatori a prima vista. Anche i creatori della serie "Il Trono di Spade" se ne sono accorti. Il possente castello dei Templari, con le sue famose case bianche, troneggia in alto su uno sperone di roccia. L'acqua cristallina circonda pittorescamente la città murata, che assomiglia alle isole greche come Santorini e Mykonos.

Le origini di Peñíscola risalgono al 1000 a.C. Il centro storico della città è unico: strade semicoperte che portano fino all'impressionante castello sulla parte più alta della collina, numerosi negozi di artigianato e di abbigliamento, negozi di souvenir così come piccoli bar e ristoranti con terrazze e l'incredibile vista sul Mar Mediterraneo. Peñíscola - una vera meraviglia. 

3. Albarracín – un consiglio da vero esperto

Un luogo che raramente viene incluso come tappa in un itinerario di viaggio, ma che pensiamo debba essere assolutamente aggiunto. Un villaggio medievale che non potrebbe essere più magico. Per caso, abbiamo scoperto una foto su Instagram e a quel punto, dovevamo semplicemente vedere questo gioiello con i nostri occhi. Ed è proprio vero: sembra che il tempo si sia davvero fermato in questo villaggio situato nella regione di Teruel.

Meravigliose strade tortuose e strette, un'enorme cinta muraria che si estende lungo tutto il crinale. Case in muratura, argilla e pietra, che danno alla città il suo inconfondibile fascino con il loro intonaco esterno rossastro. Non è senza motivo quindi che Albarracín fa parte del patrimonio storico spagnolo dal 1961. Raramente abbiamo visto un posto così fotogenico come questo. Ed ecco anche spiegate le migliaia di foto sulla nostra scheda di memoria... 

4. Toledo – l’impressionante capitale di Spagna

Una volta che era chiaro che stavamo attraversando il centro della Spagna, non c'era modo di fermare Thommy. L'ex capitale è stata a lungo sulla sua personale lista di cose da fare. Non c'è quasi nessun'altra grande città in Spagna che ci ha affascinato così rapidamente. Arrivati appena in tempo per il tramonto, abbiamo parcheggiato il nostro camper in una delle tante insenature del "Mirador del Valle" e da lì abbiamo ammirato scomparire il sole minuto dopo minuto dietro le case e trasformare il cielo in un gioco di colori.

Se, come noi, volete visitare Toledo solo come tappa intermedia, vi possiamo consigliare caldamente questo punto di vista. Non solo l'atmosfera serale è magnifica, ma il panorama di Toledo e del possente fiume Tago, che serpeggia per metà della città, è mozzafiato. Toledo è legata alla storia spagnola più di qualsiasi altro luogo del paese. Cattedrali, portali e intere strade di epoca medievale costituiscono il centro storico della città. Non c'è da meravigliarsi, quindi, che l'impressionante città vecchia di Toledo sia stata designata come patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1986.

5. Parco Nazionale Bardenas Reales – Il paesaggio lunare di Spagna

Tornando a casa, abbiamo scoperto questo bellissimo posto per puro caso. A tarda sera, Thommy guidava un po' disorientato nel buio. Solo la mattina seguente ci siamo resi conto che la regione semi-desertica di Bardenas Reales si trovava a non più di trenta chilometri da noi. Non potevamo perderci questo spettacolo.

Quello che Madre Natura ha creato qui nel sud-est della regione spagnola della Navarra non può essere raccontato a parole. Attraverso l'acqua, il vento e l'aria, torri e forme veramente bizzarre si sono formate da argilla, pietra, calce e molti altri sedimenti nel corso del tempo. La formazione più famosa è il monolite conosciuto come "Castil de Tierra". Questo paesaggio naturale selvaggio è una riserva della biosfera, patrimonio UNESCO, ed è perfetto per fare escursioni, andare in bicicletta e lasciarsi meravigliare. 

Ricerca rivenditori

Test
di guida
Sali a bordo e respira
l’aria di viaggio

Prendi appuntamento con il tuo
concessionario Carado.

Organizzare l'appuntamento
Ordinazione
catalogo
Richiedi
per download

Scopri tutto sui nostri Autocaravan
in modo facile e veloce.

ORDINA IL MATERIALE INFORMATIVO
Monde
Carado
Dal portabici
alla coperta

Arricchisci il tuo Autocaravan
con pratici accessori.

TROVARE GLI ACCESSORI

Ich bin ein Tooltip.